Chi Siamo

DIRETTIVO  

STAGIONE SPORTIVA 2017-2018

Presidente: Andrea BODI
Vice Presidente: Antonio SAMBO 
Consiglieri Stefano BRUTTOCAO, Nicola LOVATINI, Matteo ZENNARO, Barbara PITTERI.

SEGRETERIA
Campo Sportivo Comunale 4 FontaneLele BertoVia Sandro Gallo, 86 – 30126  – Lido di Venezia Italia
(Mercoledì dalle 18:00 alle 20:00) e-mail: segreteria@veneziarugby.it tel +39-041-770008
Antonio SAMBO   cell: 349-8429700
Francesco CORALLI   cell: 331-6777740

Codice IBAN “RUGBY LIDO VENEZIA A.S.D.” : IT88P0533602007000046357200

ALLENATORI
Stagione Sportiva 2017-2018
SENIORES
PRIMA SQUADRA FEMMINILE OLD & VETERANS
Giuseppe BENINI – allenatore e direttore tecnico
Gino DEL FAVERO -allenatore Matteo ZENNARO – allenatore
Grimano BOTTONI – allenatore

JUNIORES
UNDER 18 UNDER 16 UNDER 14
Atleti nati 1999-2000-2001 Atleti nati 2002-2003 Atleti nati 2004-2005
Gino DEL FAVERO – allenatore Giuseppe BENINI -allenatore Maurizio ZULIAN -allenatore

MINIRUGBY
UNDER 12 UNDER 10 UNDER 08
Atleti nati 2006-2007 Atleti nati 2008-2009 Atleti nati 2010-2011
Andrea ISOTTI – allenatore Andrea ISOTTI – allenatore Deborah CAMOZZI– allenatrice
Riccardo BARATTO – allenatore Riccardo BARATTO – allenatore Marta MARCHINI– allenatrice

Un pò di storia…
Il rugby a Venezia è apparso nel 1938, anno di nascita della prima squadra universitaria cittadina di cui facevano parte tra gli altri Zanetti (poi anche nazionale), Mario Zanin e Rupil. Solo dopo la guerra, nel 1947, si è comunque formata una prima società sportiva che aveva il nome di VENEZIANA RUGBY e maglie dai colori Giallo – Rossi a strisce orizzontali.

Tra i giocatori veneziani del tempo possiamo ricordare i Nogara, Bruno, Gino e Franco, Ferruccio Alberti, Carlo Rodighiero, Riccardo Licata, Bruno Zanini, Giorgio Nerini, Angelo “Gelly” e Gerardo Gerardi, Giorgio Ceriani, Giorgio Civiero, Carlo Siviero, Renato e Pietro Marzi, Carlo Bravo, Giancarlo Cervellera, Costantino Grillo, Riccardo Saetti, Giordano Rinaldo.

E poi ancora i già citati Zanetti, Zanin e Rupil, Pavone, Sbrogiò, Sorteni, Lotto, Bisotti, Bizzarini, Lozzi, Padovan. Il segretario di quella società dalla fondazione e per un lungo periodo è stato Bepi Rupil. Nei primi anni ’50, con l’arrivo della sponsorizzazione Faema, la ristrutturazione societaria arrivò fino al cambiamento dei colori sociali, divenuti il Bianco e il Marrone: la squadra di Venezia militava in quegli anni in serie B, seconda serie nazionale a girone unico. Inoltre in quel periodo, l’attività di proselitismo condotta nelle scuole cittadine, in particolare al Liceo Marco Polo, aveva prodotto una nuova leva di giocatori che si sarebbero fati conoscere negli anni a venire: Ugo Pierato, Mario Vincenti, Augusto Sartorelli, Paolo Furian. Accanto a loro Prati, Lozzi, Maroder e tanti altri. Dopo “l’era” Faema, arrivò la Pelv, per cui la denominazione ufficiale della squadra iscritta al campionato diB divenne “Pelv Venezia Rugby”. Ma i tardi ’50 furono anche gli anni della prima scissione all’interno del rugby cittadino: alcuni giocatori nel 1958 fondarono un’altra società, il Rugby Venezia, o meglio il Rugby Vittadello Venezia, la cui squadra disputò il primo anno il campionato di serie C. Subito dopo però il Rugby Vittadello Venezia si trasformò in una squadra di rugby a XIII, iscrivendosi al campionato della FIAR XIII (Federazione Italiana Amatori Rugby a Tredici): l’avventura durò solo tre anni, tanti quanti l’esistenza di questa lega. L’attività di questo gruppo di “tredicisti” non cessò comunque subito dopo la scomparsa della FIAR XIII, ma continuò per i tre anni successivi, pur senza un regolare torneo, con partite di andata e ritorno contro squadre straniere, principalmente francesi. Il rugby a XV nel frattempo viveva il periodo della sponsorizzazione IAG: negli anni ’60 la “Iag Venezia Rugby” occupava saldamente le posizioni di vertice della B nazionale pur non riuscendo mai ad accedere alla massima serie. Solo con la riforma dei campionati e la divisione della serie A in diversi gironi territoriali, anche il Venezia Rugby conobbe gli onori della massima ribalta italiana.Gli anni ’70 e ’80, furono caratterizzati da alterne fortune e dalla militanza nei campionati di serie B e C1. Fu proprio quando il Venezia Rugby militava in serie C1, al termine dell’annata sportiva 1984/1985, terminata nella parte alta della classifica senza tuttavia centrare la promozione, che si decise la fusione societaria con il Rugby Mestre. Il presidente veneziano era allora Cristiano Zennaro, divenuto poi anche il primo presidente del Venezia Mestre Rugby F.C.

Il cambiamento radicale, conlo spostamento del centro dell’attività sportiva in terraferma, non fu accettato da tutti: un considerevole numero di giocatori e dirigenti veneziani, che nelle intenzioni del progetto unitario avrebbero dovuto confluire nel Venezia Mestre, decisero di dar vita ad una nuova società, la S.S. Rugby Lido Venezia, rimanendo a giocare al Lido, nel campo storico delle Terre Perse prima e in quello delle 4 Fontane poi. Il nome del nuovo sodalizio non poté restare semplicemente quello di Rugby Venezia (pur essendo le sue squadre le uniche a continuare ad usare come campi di casa quelli della città insulare), dal momento che tale denominazione venne portata in dote al Venezia Mestre al momento della fusione (e come tale non viene utilizzata). Gli anni ’90 del secolo scorso e i primi del nuovo millennio, hanno visto il Rugby Lido Venezia giocare nei campionati di C2 e poi C1 “Elite”, con formazioni che hanno mostrato attaccamento ai colori sociali e orgoglio per la tradizione rugbistica cittadina.

Allenatori del Rugby Venezia e poi del Rugby Lido Venezia dal 1947 ad oggi sono stati: Mario Zanin, Francis Bandiera, Piero Stievano, Maci Battaglini, Ugo Pierato, Vittorio Pepe (in diversi periodi), Guy Pardiès, Toni Rocca, Alberto Scotti, Claudio Torresan, Michele Padoan, Longega Massimo.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.